La Corte dei Papà

Download PDF

Tra i numerosi interventi rivolti alla genitorialità (corsi preparto, sostegno alle neo mamme, gruppi di parola, incontri tematici rivolti alle famiglie) che il nostro territorio offre, non si scorge mai, o quasi mai, un’iniziativa che tenga in considerazione i soli papà, che offra loro un’opportunità di confrontarsi in un clima di accoglienza e di ascolto, rispetto alla loro esperienza dell’essere padri, ma anche uomini e mariti. Perché allora pensare a uno spazio ad hoc? Perché è così importante la figura del padre oggi da voler indurci a creare qualcosa di nuovo, tale da poter offrire un sostegno alle fatiche, oltre che alle gioie, dell’essere genitore al maschile? Innanzitutto, crediamo che, tra i molteplici cambiamenti che la nostra società ha vissuto negli ultimi decenni, vi sia stata anche una mutazione del ruolo del padre, che ha consentito da una parte agli uomini di  vivere i rapporti in una dimensione di maggior empatia e flessibilità, mentre dall’altra di perdere i riferimenti ai vecchi modelli di paternità. Inoltre, i padri, incontrati in questi anni, hanno manifestato l’esigenza di parlare di questioni educative a loro vicine come, per esempio, dei limiti e dei bisogni dei propri figli, provando a capire quali possano essere le scelte giuste per non eccedere in un verso o nell’altro, oppure dell’importanza del contenimento emotivo nella relazione, per cui le ansie, le paure le fragilità possano essere accolte, comprese ma anche delimitate.

Il nostro progetto nasce, quindi, dalla volontà di sostenere la figura paterna attraverso un’esperienza formativa e sociale. Il progetto “La Corte dei Papà” intende, infatti, proporsi come percorso per la costituzione di un gruppo di auto-mutuo aiuto all’interno del quale alcuni papà-tutor, già volontari presso la struttura di semi-autonomia “Corte della Vita”, sulla base della loro esperienza e in forza della loro preparazione e formazione, si affiancheranno ai papà provenienti da varie realtà del territorio (comunità, parrocchie, consultori), nello specifico uomini e ragazzi che stanno per diventare papà per la prima volta oppure che hanno già avuto figli e che stanno vivendo fasi diverse dell’esperienza paterna. Il confronto tra loro avrà lo scopo di favorire lo scambio di esperienze, aspettative, idee ed emozioni su differenti livelli di elaborazione e sviluppo.

Inizialmente, il lavoro di costruzione del gruppo, di supporto alla sua formazione e la supervisione sarà garantita dal sottoscritto.

Per coloro che vi aderiranno, il progetto prevede, oltre che la possibilità di uno scambio di esperienze, informazioni, buone prassi e valori, anche il raggiungimento di alcuni obiettivi educativi sintetizzabili nelle seguenti azioni:

  • promuovere e potenziare la percezione e la consapevolezza dell’importanza del ruolo paterno in tutta l’esperienza di crescita e sviluppo del bambino;
  • favorire  la funzione co-genitoriale dei padri (accanto a quello delle madri nel contesto familiare) e la comprensione del loro valore affettivo, relazionale e simbolico;
  • facilitare la comprensione delle dinamiche emotive dei processi che, specialmente nelle prime tappe evolutive, connotano l’esperienza di crescita del bambino e la relazione con la figura paterna;
  • promuovere l’esperienza del gruppo, della socialità e della solidarietà tra padri afferenti a contesti comunitari e alle associazioni che operano nell’ambito del privato sociale del territorio di Villa Guardia e dintorni.

E’ un progetto innovativo e importante, in fase di avvio:  è ancora possibile, pertanto, entrare a farne parte, coi tempi e le modalità da condividere insieme, ognuno secondo le proprie possibilità.

Chi desidera avere più informazioni o aderire a questa proposta, può mettersi via cell (3339201070) o via mail (cortedellavita@tiscali.it).

Dott. Giuseppe Napoli
Psicologo-psicoterapeuta

LA-CORTE-DEI-PAPA