MAMME IN CERCHIO: LA TERZA EDIZIONE

Download PDF

Promossa all’interno del servizio comunale di pedagogia e psicologia territoriale di Villa Guardia, l’iniziativa è alla sua terza edizione ed è un successo! Mamme in cerchio è un’esperienza di condivisione, supporto e mutuo aiuto tra donne che hanno figli e figlie di ogni età. Uno spazio e un tempo dedicato – senza giudizio e con sincero ascolto. La partecipazione è libera e gratuita. Si comincia questo mese (vedi date specifiche allegate). A noi di AGe piace!

Alla serata di presentazione c’era molta allegria e attesa.

Le mamme presenti erano entusiaste di vedersi o rivedersi e di poter cominciare presto a incontrarsi per confrontarsi sulle problematiche e i temi che accomunano le mamme nella vita quotidiana: i figli, la scuola, la famiglia, il lavoro – certo – ma anche i temi ‘caldi’ dell’uso/abuso delle nuove tecnologie e dell’educazione sessuale! 

Chi meglio di una mamma può dare un consiglio sui bimbi???
Ho voglia di sapere come si comportano le altre mamme, ho bisogno del loro supporto anche quest’anno!!!

Maria

Chi ha già partecipato a questi incontri, promossi dal servizio psico-pedagogico del comune fin dalla primavera del 2015, ha condiviso la piacevole sensazione che si prova nel poter essere se stesse senza essere giudicate mai dalle altre partecipanti.

Lo consiglio a tutte le mamme anche quelle che hanno ‘problemi’ a parlare xché  alcune volte può essere utile anche solo ascoltare. Siamo sulla stessa barca senza né giudicare né essere giudicate.

Laura


Il gruppo ‘storico’ sprizza entusiasmo da tutti i pori e ha tantissima voglia di coinvolgere tante altre mamme: soprattutto quelle che – forse per timidezza o per paura di essere giudicate – non hanno mai pensato di partecipare a incontri simili, oppure non sono abituate a chiedere aiuto o a confrontarsi.

Si parla di tutto, proprio di tutto e… nessuno ti obbliga! Se vuoi parli, se non vuoi ascolti e sei sicura che per massimo rispetto l’una delle altre, tutto quello detto resta lì tra le mure in cui è stato detto e… la cosa SUPER è che a gestire, a consigliare e a moderare il tutto è presente la psicologa del servizio comunale.
Ed ecco che mi sono detta: «Cosa faccio? Impazzisco continuando a pensare che dal ‘tunnel dei figli’ non se ne esce o… inizio ad uscire io per trovarmi con altre mamme che, facendo un paio di ragionamenti, sono nella mia stessa situazione?» Beh… ho scelto la seconda e… sono partita per cercare di capirne di più!

L’esperienza è stata più che positiva e… non vedo l’ora di ricominciare anche quest’anno!

Cinzia

Anche in questa edizione si userà il ‘metodo della scatola‘: ci sarà cioè un contenitore che accoglierà i temi di discussione, suggeriti da ogni partecipante. Ogni mamma scriverà su un foglietto l’argomento che le sta particolarmente a cuore e che vorrebbe venisse affrontato insieme.

Per partecipare agli incontri l’unica clausola è ‘essere mamma’: non importa di quanti o di quali figli.

Anche questa edizione vedrà la costituzione di due gruppi: uno si incontrerà a Civello e l’altro a Maccio.
Si prevedono però anche alcuni incontri in comune e due serate in pizzeria.

mamme in cerchio terza edizione

DICONO DI MAMME IN CERCHIO

Ciao!!!
Sono una mamma di 3 bimbe 😉 …
Ho iniziato a frequentare mamme in cerchio pensando che ci fosse qualche esperto a dare consigli magici… invece c’erano una dozzina di mamme in cerca di aiuto e di conforto.
Chi meglio di una mamma può dare un consiglio sui bimbi???
Ed ecco che quest’anno mi ritrovo al terzo anno… cosa penso di Mamme in cerchio?
Mamme in cerchio è un modo per sfogarsi (non solo parlando dei figli), scopri che siamo tutte sulla stessa barca, e trovi donne/mamme che ti ascoltano, ti capiscono (non sempre si condivide lo stesso pensiero), ti consigliano.
Ho voglia di sapere come si comportano le altre mamme, ho bisogno del loro supporto anche quest’anno!!!
Baci… una mamma in cerchio!!!
Maria

Ciao, per me Mamme in cerchio è stato un bel modo di confrontarmi con altre mamme e avere anche consigli e alcune volte conforto. Sono sicura che anche quest’anno sarà lo stesso e lo consiglio a tutte le mamme anche quelle che hanno “problemi” a parlare xché  alcune volte può essere utile anche solo ascoltare. Siamo sulla stessa barca senza né giudicare né essere giudicate.
Laura

Mamma di due bambine che da sempre definisco essere le mie adorate mentori…
Proprio così, sono loro che tutti i giorni mi permettono di crescere, sì… mi permettono di crescere e di far crescere la nostra vita familiare anche e soprattutto mettendomi quotidianamente alla prova con capricci, gelosie varie e… voglia di studiare? Quando mai!!!
E… meno male che, quando a tutto questo si sono unite giornate in cui litigavano e litigavano e… si infastidivano tutto il giorno e io non sapevo più che carte giocare, ho scoperto l’esistenza di Mamme in cerchio!!!
Una meravigliosa iniziativa del Comune di Villa Guardia!
Di cosa si tratta?
Di semplicissimi incontri tra mamme (ogni 15 giorni) nei quali finalmente ognuna di noi può liberamente confrontarsi, confortarsi e sfogarsi con le altre mamme presenti per poter parlar liberamente della propria vita familiare, del ‘come gestire’ figli e lavoro, di come essere TUTTO: mamma, amica, mogie, amante, cuoca e… di come affrontare con i figli argomenti legati alla sessualità quando arriva il momento che loro (i figli) ne vogliono parlare… e anche il come comportarci se non ne vogliono parlare!
A Mamme in cerchio si parla di mariti, di suocere, di mamme per poi passare alla tecnologia e a come gestirla e ‘regolamentarla’ in tempi sempre più densi di pericoli che corrono in rete ogni giorno…
Certo si parla di tutto, proprio di tutto e… nessuno ti obbliga! Se vuoi parli, se non vuoi ascolti e sei sicura che per massimo rispetto l’una delle altre, tutto quello detto resta lì tra le mure in cui è stato detto e… la cosa SUPER è che a gestire, a consigliare e a moderare il tutto è presente la psicologa del servizio comunale.
Ed ecco che mi sono detta: «Cosa faccio? Impazzisco continuando a pensare che dal ‘tunnel dei figli’ non se ne esce o… inizio ad uscire io per trovarmi con altre mamme che, facendo un paio di ragionamenti, sono nella mia stessa situazione?» Beh… ho scelto la seconda e… sono partita per cercare di capirne di più!
L’esperienza è stata più che positiva e… non vedo l’ora di ricominciare anche quest’anno!
Cinzia

E invece serve, eccome. Talvolta ti salva la vita!
Impacchettate in vite frenetiche, performanti e competitive, molte mamme – soprattutto al primo figlio – si sentono spiazzate, abbandonate a loro stesse, totalmente isolate dal resto del mondo.
Spesso uniche portatrici del ‘peso’ dolce ma importante della crescita dei figli, molte mamme boccheggiano di fronte all’ingiusta superaspettativa smerciata sotto il nome di multitasking.
Ma, spesso, l’aiuto più efficace è il più semplice: non restare sole. Parlare, parlarsi.
Alle, mamma di due splendide, piccole donne

Tutte sono state davvero elettrizzanti e coinvolgenti! Mi auguro che molte ‘nuove mamme’ si iscrivano al progetto.
Barbara