SCOUTISMO PER RAGAZZI e RAGAZZE – una proposta

Mercoledì 27 gennaio (domani!) alle 20:45 in sala consiliare a Villa Guardia, il gruppo scout CNGEI di Como presenta e propone ai genitori dei bambini e delle bambine della scuola primaria un’avventura unica del suo genere: un assaggio di ‘vita scout’ proprio qui in paese. Appuntamento per il 23, 24 e 25 aprile in villa. Ci sarà da divertirsi.
Chi fosse interessato ai dettagli è atteso domani stasera.
Conduce Giulia Tagliabue, responsabile educativo scout CNGEI Como.

Scoutismo-per-ragazzi-AGeVG-aprile-2016-alle-bonicalzi-photography-through-blue-eyes-2-4

Le stelle sono là, molto al di sopra dei comignoli delle case.
Baden Pawell

SCOUTISMO, COS’È
Lo scoutismo è un’esperienza ed è un metodo educativo. Per definizione (dall’eciclopedia Treccani):

Il movimento […] è una organizzazione giovanile internazionale, apolitica, amilitare e interconfessionale, sorta in Inghilterra, nel 1908, per iniziativa del generale Sir Robert S.S. Baden-Powell [B.P. per ogni scout, n.d.a.] e poi diffusasi rapidamente altrove. Gli scout hanno per emblema il giglio, simbolo di pace e di purezza, e per motto estote parati (dal latino «siate pronti»).

Scoutismo-per-ragazzi-AGeVG-aprile-2016-alle-bonicalzi-photography-through-blue-eyes-2-3

Essere buoni è qualche cosa, fare il bene è molto meglio.
B.P.

Inoltre,
[È] aperto a tutti senza distinzione di origine, razza e fede religiosa […] è una delle più grandi organizzazioni di educazione non formale [del mondo]. Scopo dello scoutismo, fondato sul servizio, è l’educazione dei giovani a un civismo responsabile mediante lo sviluppo delle proprie attitudini fisiche, morali, sociali e spirituali. Il metodo educativo si basa sull’imparare facendo, attraverso attività all’aria aperta e in piccoli gruppi.

Di fatto si tratta di una proposta concreta per vivere profondamente e attivamente la fanciullezza e la giovinezza.
Senza inquadramenti (nonostante s’indossi un’uniforme – che unisce – e non una divisa!), ma non per questo senza metodo o struttura, anzi.
Non una ‘comunità spontanea’, bensì una proposta: basata su valori civici e morali, su una visione del mondo partecipativa, su specifiche dinamiche di gruppo capaci di ‘allenare’ all’autonomia e alla responsabilità, e su una metodologia specifica (i cui principi base sono il fare, la vita nella natura, la fiducia in se stessi e negli altri e l’autogoverno nella vita associativa).

Scoutismo-per-ragazzi-AGeVG-aprile-2016-alle-bonicalzi-photography-through-blue-eyes-2

 

SCOUTISMO PERCHÉ?


Scout-Como-campo-allebonicalziScout-Como-allebonicalzi

Lo scoutismo è una delle poche attività giovanili capaci di unire attività fisica, educazione (civica) e divertimento; inoltre propone un modello di ‘perfezionamento di sé’ basato non sulla competizione, bensì sulla collaborazione e l’autocontrollo. Stimola il senso dell’avventura e della ricerca, unito alla crescita personale – al di là di ogni barriera – e all’espressione di sé.

Offre un modello di sviluppo dell’individuo e di partecipazione collettiva paritario, poiché non vi sono discriminazioni di sesso, religione, orientamento politico, ceto o altro.

Alla portata di chiunque, valevole per ognuno, non è però per tutti.
Conditio sine qua non è l’adesione ai principi di base. La legge che viene proposta va accolta e fatta propria.
Poi, però, una volta scout, scout per sempre.

 

Il segreto di ogni sana educazione è di far sì che ogni allievo impari da sé,
invece di istruirlo convogliando dentro di lui una serie di nozioni in base a un sistema stereotipato.
Il metodo è quello di condurre il ragazzo ad affrontare l’obiettivo di fondo della sua formazione,
senza annoiarlo con troppi particolari.
B.P.

Scoutismo-per-ragazzi-AGeVG-aprile-2016-alle-bonicalzi-photography-through-blue-eyes-3

Guardate lontano, e anche quando credete di star guardando lontano, guardate ancora più lontano!
B.P.

SCOUTISMO QUANDO, DOVE E COME?

La proposta scout riguarda i bambini e le bambine a partire dagli 8-12 anni (sono i Lupetti, che sperimentano la vita del Branco, sulla falsariga de Il Libro della Giungla di Rudyard Kipling), nonché i ragazzini e le ragazzine di 13-16 anni (sono gli Esploratori, la prima branca fondata da B.P. e squisitamente orientata alla vita all’aperto e alla crescita in autonomia e corresponsabilità), fino ai giovani di 17-19 anni (cosiddetti Rover, perfezionano il proprio cammino personale, sperimentano il servizio e la strada come palestre di cittadinanza e, infine, scelgono. Se diventare capi a loro volta, o se andare nel mondo).Scout-Como-capacita-allebonicalzi

A COMO
A Como, e nei dintorni, vi sono diverse realtà scout attive: ci sono gli scout laici del CNGEI e quelli confessionali (l’organizzazione cattolica che conta il maggior numero di iscritti è l’AGESCI).

Il Gruppo CNGEI del Como 1 e 2 è quello che, festeggiando quest’anno i cento anni di fondazione, ci sta offrendo la possibilità di vedere e toccare di prima mano il loro fare e il loro essere. E per i bambini e le bambine tra gli 8 e i 12 anni ci sarà l’opportunità di vivere un’avventura del tutto speciale!

A VILLA GUARDIA
Dal 23 al 25 aprile, proprio a Villa Guardia, ci sarà un raduno regionale di scout del CNGEI, il cosiddetto San Giorgio.
Il tema di quest’anno, guarda caso, sarà proprio l’ACCOGLIENZA (in tutti i sensi!).
Sono attesi 2000 scout, che saranno ospitati per le due notti da strutture del paese (scuole e spazi del comune) e che, di giorno, faranno attività al parco Garibaldi. I Lupetti, cioè bambini e bambine tra gli 8 e i 12 anni, pernotteranno nella scuola Don Milani: un modo nuovo di vivere quelle mura (coloratissime!).
I pasti saranno garantiti da un servizio di supporto.

Per connettersi alla realtà che li accoglie e per proporre la cosa a nuovi ragazzi e ragazze, gli scout propongono a chi avesse voglia una… prova sul campo!
Bambine e bambine del paese (è prevista una decina di posti) – dando disponibilità domani sera – potranno ‘vivere da scout’ alcuni momenti della tregiorni di aprile e non solo (sono previsti due appuntamenti prima, a fine marzo e metà aprile, per prendere confidenza con il metodo e il gruppo).

L’appuntamento per saperne di più è in sala consiliare, domani alle 20:45.
Per chi non conoscesse lo scoutismo; per chi fosse anche solo curioso; per chi non li sopporta… ma hai visto mai!, per chi ama l’avventura e per chi crede che una certa autonomia sia un valore importante per i propri figli, vale la pena fare un salto ad ascoltare.

Scoutismo-per-ragazzi-AGeVG-aprile-2016-alle-bonicalzi-photography-through-blue-eyes-2-5

Lo scoutismo è un gioco pieno di allegria.
B.P.

Scoutismo-per-ragazzi-AGeVG-aprile-2016-alle-bonicalzi-photography-through-blue-eyes-4-2

Procurate di lasciare il mondo un po’ migliore di come lo avete trovato.
B.P.

Scoutismo-per-ragazzi-AGeVG-aprile-2016-alle-bonicalzi-photography-through-blue-eyes-3-2

Abituati a vedere le cose anche dal punto di vista dell’altro.
B.P.

Ah, che cosa c’entra AGe VG in questo?
Nulla in particolare, se non che abbiamo il desiderio – sempre – di informare e di portare a conoscenza del maggior numero di persone potenzialmente interessate una proposta bella e di valore.
Provare per credere.

Scoutismo-per-ragazzi-AGeVG-aprile-2016-alle-bonicalzi-photography-through-blue-eyes-4

Tutte le fotografie, riguardanti attività recenti del Como 1, sono di Alle Bonicalzi, socia AGe VG, scout per dieci anni (e per sempre) e mamma di due arzille lupette che, alla domanda «Perché consiglieresti gli scout a qualcuno» hanno risposto – praticamente all’unisono – «a parte doversi alzare presto (sig.), perché puoi fare un sacco di cose, senza genitori fra i piedi!».

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi